Categoria Azienda Sicura

Home » Categoria Azienda Sicura
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Prevenzione della contaminazione da Legionella negli impianti idrici non utilizzati durante la pandemia COVID-19

Sintex

Il 3 maggio 2020 l’ISS ha rilasciato il documento “Guida per la prevenzione della contaminazione da Legionella negli impianti idrici di strutture turistico ricettive, e altri edifici ad uso civile e industriale non utilizzati durante la pandemia COVID-19"


Il 3 maggio 2020 l’Istituto Superiore di Sanità ha rilasciato il documento “Guida per la prevenzione della contaminazione da Legionella negli impianti idrici di strutture turistico ricettive, e altri edifici ad uso civile e industriale non utilizzati durante la pandemia COVID-19”.

A causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, si è verificata la sospensione o una drastica riduzione nella frequenza di molti edifici. Il Documento segnala che la chiusura questi edifici o parti di essi e il loro uso limitato, se non gestita in modo adeguato, può aumentare il rischio di crescita di Legionella negli impianti idrici con il conseguente rischio di esposizione degli utenti. In alcuni studi citati dal Documento si è rilevato che il 20% dei pazienti COVID-19 analizzati in quegli studi avevano presumibilmente contratto una co-infezione da Legionella. Le strutture per le quali la gestione del rischio legionella assume una particolare rilevanza, ai fini del detto Documento, sono scuole, università, strutture per l'infanzia, alberghi, attività di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, mense), centri sportivi e commerciali, strutture turistico-recettive, ricreative ed espositive.

Il Documento individua due tipi di azioni da mettere in atto per far fronte a questo rischio:

  • Azioni normali per chiusura strutture inferiore a un mese
  • Azioni straordinarie per chiusura strutture superiore a un mese

Nel primo caso, l’ISS ribadisce il ruolo fondamentale del Documento di Valutazione del Rischio Legionella, che deve essere rivisto e aggiornato in relazione all’utilizzo corrente dell’impianto idrico. Sarà necessario documentare come il personale e i visitatori verranno protetti dalla proliferazione di Legionella.

Per le strutture chiuse per più di un mese, occorre applicare misure straordinarie di controllo tra le quali:

  • Si deve controllare che la temperatura degli accumulatori o boiler sia di 60°C e l’acqua calda erogata temperatura superiore ai 50°;
  • Pulire, disincrostare o sostituire i rompigetto e terminali di docce e rubinetti;
  • Disinfettare con cloro le cassette di scarico dei servizi igienici;
  • Verificare l’aggiunta di cloro nei serbatoi di accumulo dell’acqua potabile (concentrazione consigliata: 0,2 mg/L);
  • Effettuare analisi di campioni di acqua per la ricerca di Legionella, almeno 48 ore dopo eventuali disinfezioni;
  • Altri elementi degli impianti, quali torri di raffreddamento, unità di trattamento aria, condizionatori e vasche idromassaggio di alberghi, vanno puliti e disinfettati (concentrazione di cloro consigliata: 50 mg/L per 1 ora)

Le azioni correttive adottate devono essere inserite nel registro di manutenzione dell’impianto (registro autocontrollo Legionella), disponibili per un’eventuale ispezione, completi di data e firma di chi ha espletato tali attività.

 

CLICCA QUI PER SCARICARE IL DOCUMENTO DELL'ISS